GMM

Messaggio dell’Arcivescovo per l’Ottobre Missionario

DIOCESI DI TRIESTE

OTTOBRE MISSIONARIO

MESSAGGIO

 

Carissimi fratelli e sorelle,

1.        Per commemorare il centenario della promulgazione della Lettera Apostolica Maximum illud (30 novembre 1919) di Benedetto XV, tutta protesa a dare un nuovo slancio al compito missionario della Chiesa, per volontà del Santo Padre Francesco, il prossimo mese di ottobre sarà un tempo straordinario dedicato al tema della missionarietà. Il Papa chiede a tutta la Chiesa di rinnovare la sua obbedienza al mandato del Signore di portare il Vangelo della salvezza fino agli estremi confini della terra (cf. Mt 28,19; At 1,8; Rm 10,18), coltivando una “conversione missionaria costante e permanente”.

2.        Anche la nostra Chiesa diocesana, in sintonia con le sue nobili e radicate tradizioni, dovrà vivere con generosa disponibilità l’ottobre missionario partecipando sia alle iniziative autonome, promosse a livello parrocchiale e decanale, sia a quelle programmate dall’Ufficio missionario a livello diocesano. Per questo ultimo aspetto sono a sollecitare la partecipazione a questi eventi.

a)   Il 30 di settembre alle ore 20.30, presso la parrocchia di Santa Teresa, si terrà una Veglia di preghiera, quale apertura dell’ottobre missionario.
b)   Il 25 di ottobre alle ore 20.30 si terrà nella Cattedrale di San Giusto un incontro di studio e riflessione su: Una Chiesa in missione, tra passato e futuro. A questo incontro è prevista la presenza di S.Em. il sig. Cardinale John Njue, Arcivescovo di Nairobi, compatibilmente con i suoi impegni presso le Congregazioni romane.
c)   Domenica 27 ottobre 2019 alle ore 10.00 presso la chiesa parrocchiale di santa Caterina da Siena, si terrà una solenne Concelebrazione Eucaristica di ringraziamento per il 50° anniversario della missione diocesana a Iriamurai, presieduta da don Piero Primieri, recentemente rientrato a Trieste.
d)   L’Ufficio missionario formulerà delle proposte affinché il 19 e il 20 di ottobre (giorno dedicato livello universale alla G.M.M.) ci siano delle adeguate celebrazioni a livello parrocchiale, prevedendo soprattutto testimonianze di preti e laici missionari.

3.        Con spirito di carità missionaria, sono a proporre a tutte le parrocchie della Diocesi due gesti significativi:

a.   Durante tutto l’anno pastorale entrante in ogni parrocchia, giornalmente o almeno settimanalmente, vi sia la preghiera di una decina del S. Rosario dedicata ad una intenzione missionaria;

b.   le offerte raccolte durante la santa Messa di Domenica 27 ottobre presieduta da don Primieri presso la parrocchia di santa Caterina da Siena siano interamente devolute alla diocesi di Embu, quale segno di continuità nell’attuazione dei progetti missionari già esistenti.

4.        L’ottobre missionario, al di là delle iniziative in programma, dovrà soprattutto essere l’occasione di un risveglio e di un rilancio di una consapevolezza: la Chiesa per sua natura è missionaria, cioè evangelizzatrice, pronta a portare a tutti gli uomini l’annunzio che Gesù è il Salvatore. A collaborare in questa urgenza pastorale si devono trovare unite e concordi le varie realtà diocesane che compongono il Popolo di Dio, sempre più consapevoli del dovere di trasmettere il dono incommensurabile della fede.

Con affetto, tutti benedico.

 

+ Giampaolo Crepaldi
Arcivescovo – Vescovo di Trieste

Trieste,  23 settembre 2019