Senza titolo-4

Lettera dell’Arcivescovo ai Catechisti

Carissime/i Catechiste/i,

desidero raggiungervi all’inizio di questo nuovo anno pastorale per esprimervi tutta la mia stima e la mia vicinanza per il prezioso servizio che svolgete nella nostra Diocesi.

Quelli che stiamo vivendo non sono tempi facili: la pandemia mondiale da Covid-19 che ci ha colpiti ci ha costretto, lo scorso anno pastorale, ad interrompere bruscamente i contatti umani e liturgici con le nostre Comunità parrocchiali. Questo indubbiamente ha avuto – e continuerà ad avere – per le nostre comunità cristiane delle gravose conseguenze. Vi chiedo di non cedere allo sconforto. Piuttosto vi incoraggio a leggere il tutto come una sfida positiva a ripensare all’evangelizzazione ed alla formazione cristiana che quotidianamente le nostre Parrocchie, soprattutto grazie al vostro ministero, offrono alle nuove generazioni.

Sono a conoscenza del fatto che molti di voi si sono adoperati in diverso modo, nei mesi del lockdown, per restare in contatto con i bambini e i ragazzi del Cammino Catechistico e a dare così continuità anche alla loro formazione cristiana. Sappiate che per il vostro impegno in questo tempo vi ammiro e ringrazio. Vi assicuro che in tutto questo periodo vi sono stato vicino con la preghiera ed ho invocato, e continuo ad invocare su ciascuno di voi, la grazia dello Spirito Santo.
Attraverso l’Ufficio Catechistico Diocesano – costantemente in contatto con gli altri Uffici del Triveneto e con l’Ufficio Nazionale – sto valutando le indicazioni da darvi per la ripresa delle attività. Spero a breve di potervele inviare.

Permettetemi di spendere un’ultima parola su un importante appuntamento che ci attende: l’apertura del nuovo anno pastorale. Se già ordinariamente, tale appuntamento dovrebbe vedere riuniti in Cattedrale tutti coloro che si adoperano a vario titolo nelle nostre Parrocchie, ritengo che ancora di più, considerati i tempi che stiamo vivendo, sarà fondamentale unirei assieme per invocare l’aiuto del Signore per n cammino che ci attende. Pertanto mi auguro di potervi incontrare tutte/i Domenica 20 settembre alle ore 17.00 nella nostra Cattedrale dì S. Giusto.

Invoco su di voi, sulle vostre famiglie ed i vostri cari e soprattutto sui bambini/ragazzi che accompagnate, ogni grazia e benedizione dal Signore.

✠ Giampaolo Crepaldi

Trieste, 8 settembre 2020, Natività della Beata Vergine Maria